Sabato sera al Palaliuti è andata in scena la Robur che vorremmo sempre vedere: concentrata dal primo all’ultimo minuto, ha saputo tenere testa a una Globo che, pur con il pass per i playoff in cassaforte, non le ha reso la vita facile. Finisce 19/23 il primo quarto di una partita fatta di sorpassi e controsorpassi. Inaugura il secondo quarto Chiorri con una delle sue bombe encomiabili, ma ci mettono una pezza Alessandroni, Giorgini e Catalani; conclude il riaggancio una tripla di Oprandi, che costringe al timeout Coach Marsigliani (29/31). La Globo tenta di riprendere il largo ma Battagli, ex stamurino, firma il sorpasso del 38/38. Cardellini segna sulla sirena e si va all’intervallo lungo sul 41/38. È a canestri invertiti che la Robur fa girare bene la palla, facendo dello spirito di squadra il sesto uomo in campo. Con la giusta mentalità Callegari e Cardellini firmano una bella coppia, e dopo sei minuti coach Reggiani è sopra di 11 (56/45). Con Trovamala e Bellesi in campo, il bel gancio del rapace Giorgini chiude il terzo quarto su una distanza più corta 60/54. Nell’ultimo quarto un “Mamo” Benini in gran spolvero prima segna da due, poi ruba palla e va a canestro: è parità (65/65). Il time out necessario, ma non risolutivo: Chiorri mette dentro un’altra delle sue triple (67/68), ed è sorpasso. Si decide tutto negli ultimi istanti, con la tripla di Canali che mette in crisi Falconara (71/73). Ma la palla arriva miracolosamente fra le mani di un Nicola Catalani che non aspetta altro che mettere dentro la palla valevole la vittoria, ed è ciaf, tre punti, 74/73.

Ovazione dovuta per lui da parte di tutta la squadra, che guarda già ai playoff: il primo turno vedrà la Robur impegnata contro Pedaso.


Tag Articolo:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *