Quaranta minuti da giocare e una sola convinzione: Pedaso si batte solo con una prestazione perfetta. E la prestazione perfetta è servita.
Con il rientro di Albertazzi dopo due settimane di stop forzato, gli ospiti si presentano alla gara a pieno organico e dominanti fisicamente in ogni ruolo.
Per la squadra di casa, invece, con Catalani ancora out e Nardini nuovamente fuorigioco, la buona notizia è rappresentata dal reinserimento di Alessandroni che, a seguito dell’infortunio muscolare protrattosi per quasi un mese e mezzo, si rende protagonista di sette punti importanti, apportando un contributo prezioso alla causa comune.
Per parlare della partita, bisogna raccontare prima di tutto di un match giocato sul filo dell’equilibrio e del nervosismo già dai primi minuti e mantenutosi su tali standard fino al 34 – 35 dell’intervallo lungo.
Al rientro dagli spogliatoi, la più determinata a risolvere a proprio favore la contesa sembra essere Pedaso: spinta dai canestri di Tombolini e Ortenzi, la compagine di Coach Ionni, a mente lucida dopo il riposo, si rende autrice infatti di un parziale secco e molto veloce di 0 – 10, che lascia storditi i falconaresi e costringe i Coach di casa a ragionarci sopra.
L’intervento funziona e gli uomini di Reggiani, trascinati in maniera impeccabile da un Chiorri da 27 punti e un Quondamatteo in stato di grazia (22 per lui a fine gara) rialzano, come sempre, la testa. Recuperando l’ottima circolazione di palla sfoderata nei primi due periodi e riprendendo a difendere come da piano partita, spostano l’asticella dell’agonismo ad un livello superiore, fino ad assestare nuovamente il punteggio in perfetta parità.
Pur non riuscendo mai del tutto ad ottenere un largo vantaggio sugli avversari, meritevoli di aver lottato per l’intera durata dell’incontro senza riserva alcuna, e nonostante le rotazioni corte, Falconara arriva a giocarsi l’ultimo quarto dando in ogni zona del campo, l’impressione di avere la situazione sotto controllo, ma soprattutto di conservare ancora un residuo di benzina necessaria per portare a casa il risultato.
Così è: il tabellone segna zero secondi al termine della gara e la Robur ha archiviato la pratica su un 79 a 73 che ha voluto con tutte le sue forze e che riempie l’ambiente di soddisfazione.
Prossimo appuntamento per i Falconaresi programmato per sabato, ore 18:15, a San Benedetto, per dare continuità di risultato e sfruttare al meglio l’occasione di superare proprio i rivieraschi, al momento accoppiati con la Robur a quota 16 punti in classifica.

ROBUR FALCONARA BASKET – ASS. PALL. PEDASO   79 – 73

FALCONARA: Giorgini 3, Oprandi 8, Migliorelli 8, Nardini NE, Lodico 2, Battagli, Quondamatteo 22, Bargnesi 2, Alessandroni 7, Chiorri 27. All. Reggiani Ass. All. Rocchetti

PEDASO: D’Amico NE, Piergentili 2, Santandrea NE, Mosconi 13, Di Angilla 10, Tombolini 16, Ortenzi 14, Traini 1, Valentini 8, Albertazzi 9, Stampatori NE, Capponi NE. All. Ionni

Arbitri: Foti e Buresta


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *