Un perentorio 89 a 61 e la conquista della terza vittoria consecutiva: è questo il bilancio della nona giornata di ritorno per la Robur Falconara Basket, che mette un altro tassello importante nella realizzazione delle proprie (bellissime e difficilissime) ambizioni di play-off.
Una gara, quella di ieri contro la Virtus Porto San Giorgio, che ha avuto storia solo nel primo periodo, terminato in perfetta parità sul 19 a 19, dove la Virtus ha provato a battersi testa a testa con i padroni di casa, nonostante le pesanti assenze, tra le proprie file, di Cimini e Shodipo.
Per la Robur, al contrario, la partita, che l’ha vista allargare il divario nei successivi tre periodi fino al +28 finale, è stata l’occasione giusta e necessaria di far scendere in campo con un minutaggio, per quanto possibile, omogeneo, tutti i suoi giocatori (fatta eccezione di Nardini, ancora a riposo precauzionale), tutti andati a referto.
Ma in particolare, ha rappresentato l’opportunità di salutare il rientro, dopo un lungo stop, del suo Capitano Nicola Catalani: per lui, il cui reinserimento, insieme a quello di Nardini che verrà, risulta estremamente fondamentale in vista dello sprint finale, quindici minuti di sostanza (e dodici punti, con un solo errore al tiro), utili a riprendere confidenza con parquet e compagni.
Con questi presupposti che, al di là di ogni discorso legato agli obiettivi che si raggiungeranno o meno nelle prossime settimane, sono pieni di orgoglio per un gruppo che definire in questa stagione sfortunato, è un eufemismo, i ragazzi di coach Reggiani si apprestano a preparare già da domani la più che mai delicata sfida di sabato.
Recanati è avversario ostico e lo ha dimostrato in più occasioni: non in ultimo, battendo Osimo a domicilio nella giornata di campionato appena volta al termine e interrompendo così la striscia di sei vittorie consecutive della squadra di coach Marini.
Quel che è certo però, oltre ogni ragionevole dubbio, è che se Falconara vuole ambire davvero ad un posto nei play-off, distante adesso solo due punti (seppur facendo necessariamente i conti con lo scontro diretto a favore di Pedaso), deve passare anche attraverso Recanati. E deve farlo con la consapevolezza di avere tutti i mezzi per poter dare un riscatto serio a una stagione che non è stata di sicuro quel che ci si era immaginati a inizio anno, ma che, altrettanto di sicuro, non è ancora finita.

Falconara Basket – Virtus Porto San Giorgio 89-61

Falconara: Giorgini 8, Oprandi 3, Migliorelli 5, Lodico 6, Catalani 12, Battagli 11, Quondamatteo 9, Bargnesi 4, Alessandroni 20, Chiorri 11. All. Reggiani Ass.All.re. Rocchetti

Porto San Giorgio: Tomassini, Milanovic, Lanciotti, Calcinari 8, Grossi 11, Matvichiuk 2, Prati 24, Andrenacci 2, Tizi 2, Alvear 12. All.re Sansolini Ass.All.re Del Pontano

Arbitri: Paglialunga e Menichelli

Ufficio Stampa Robur Falconara Basket


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *